Se vuoi vincere la lotteria devi avere i soldi per comprare il biglietto

LOU BLOOM: DA LADRUNCOLO AD IMPRENDITORE

Il titolo del film "Nightcrawler" tradotto in italiano significa: "il viscido notturno"; in Italia però il lungometraggio è stato intitolato "Lo Sciacallo" che sortisce il medesimo effetto agli occhi del lettore.
Intatti il protagonista della storia è Lou Bloom, un disoccupato ladruncolo di Los Angeles, privo di scrupoli e di empatia; due fattori che lo porteranno al successo.
La ricerca di lavoro

LOU BLOOM CI INSEGNA LEZIONI DI MANAGEMENT in 8 passaggi

Al netto dei suoi biechi metodi, Lou Bloom insegna alle aspiranti persone che perseguono il successo imprenditoriale, anche delle buone nozioni di management:


Il motto aziendale

"Se vuoi vincere la lotteria devi avere i soldi per comprare il biglietto", trasmette un chiaro messaggio, per partire devi avere un minimo di basi come esperienza lavorativa, il denaro e l'ambizione di raggiungere l'obiettivo.


La creazione di posti di lavoro

Ti sto dando la possibilità di conoscere delle opzioni di carriera e guadagnare nella mia organizzazione.
Anche nei riguardi dei subordinati, anzi verso l'unico collaboratore che riesce a trovare, Rick; un pakistano naturalizzato in U.S.A. senza un tetto, senza soldi e senza uno straccio di lavoro; Lou in sede di colloquio (in un bar) dimostra sagacia e tanta ambizione, cerca di assumere il povero Rick con un tirocinio "non pagato" ma con tante prospettive di carriera. Quante volte avrete sentito questa frase! Tuttavia, di fronte alla tiepida osservazione del disoccupato che avanza subito delle richieste di denaro perché indigente, Bloom lo assume per la cifra di 30 dollari al giorno (anzi a notte).


Non accettare compromessi

Grazie per la possibilità che mi offre, ma lavorare per me stesso è più consono alle mie attitudini e ai miei obiettivi di carriera.
Con l'attività decollata alle stelle, Lou Bloom e la sua azienda, la Video News Production; ricevono la lusinghiera offerta di entrare nell'emittente con un video reporter esperto, organizzato e attrezzato. Lou è cambiato, adesso non prega più nessuno per avere uno straccio di lavoro, la sua impresa è in forte ascesa e perciò non accetta la proposta del suo concorrente che nel frattempo si adira per il suo diniego.


Imparare, imparare e imparare

Non ho ricevuto quella che si chiama “un’educazione informale” ma puoi trovare tutto quello che cerchi se ti impegni abbastanza.

Con questa affermazione, il giovane rampante dimostra il suo acume, ed anche delle competenze acquisite online, lontano dai campus universitari. Quanti imprenditori di successo hanno sfondato con una semplice licenza media o un diploma superiore? Tanti. L'università molti anni fa non era accessibile a tutti, in Italia; allora sono usciti dal nulla persone veramente capaci di creare ricchezza. Bloom vive nell'era moderna, ma sicuramente proviene da una realtà di sottoproletariato dove le speranze di studiare sono scarse; Lou si è arrangiato da solo. Con questo non voglio assolutamente sottovalutare la cultura universitaria, lungi da me il disprezzo per il laureati, anzi; il messaggio che voglio trasmettere è che anche chi è meno fortunato, con la volontà può raggiungere l'impossibile.


Personal branding e leadership

Voglio che mi presenti al consiglio come proprietario e presidente di Video News e gli ricordi dei tanti servizi che ti ho passato.
Che frase ad effetto! Lou si rivolge con questo diktat alla Direttrice del telegiornale quando percepisce di avere un notevole potere di contrattazione nei suoi riguardi e nell'emittente che rappresenta. Lezione? Datevi un marchio, un'icona, un simbolo che rappresenti la vostra attività, dal piccolo free lance che parte con qualche migliaio di euro all'anno alla PMI. Conosco tanti freelance che si considerano precari, schiavi moderni, la loro partita IVA è concepita alla stregua di una busta paga camuffata, e tante altre lagne. Allora il discorso è questo, volete essere vittime o vincitori? Se un'azienda vi offre un lavoro a collaborazione, consideratela come il vostro maggior cliente (il core business), non come un datore di lavoro sfruttatore. Quando vi sarete fatti valere, potete avanzare anche nuove richieste economiche o farvi assumere, ma intanto consideratevi "azienda fornitrice di servizi", perché se il rapporto di lavoro cessa, avrete un background di esperienza che vi spalancherà altre opportunità.


Di solito non condivido il mio business plan con te

Sante parole espresse da Lou, così giovane e sveglio. Se hai un piano, un'idea, una speranza; non rivelare mai il tuo segreto, nemmeno alla persona che ritieni la più fidata. Vi garantisco per esperienza diretta, che c'é sempre, nella miseria dell'animo umano, persone pronte ad appropriarsi dei meriti altrui. Allora, stiamo zitti, anche se siamo di carattere loquace, resistiamo alla tentazione di svelare i nostri piani in virtù del fatto che i parassiti sono ovunque, anche nella nostra cerchia di amicizie. Quindi silenzio, acqua in bocca e lavorare. Se proprio dovete parlare dei vostri progetti con qualcuno con cui condividete il lavoro, fatelo pure quando vi sarete appropriati del progetto con il vostro nome o brand, dopodiché iniziamo a parlarne con eventuali collaboratori.

Business plan

Ho appreso che devi avere un business plan prima di iniziare, e che se vuoi ottenere qualcosa è importante capire come lo vuoi ottenere.
In questo caso Bloom si propone come manager in carriera esordendo con la suddetta frase verso la direttrice. In realtà Lou è ancora agli albori della scalata, non ha l'attrezzatura adeguata, non ha un veicolo decente, e probabilmente la sua attività non è ancora formalizzata come costituita.


La trattativa

Lou “Spara una cifra” Rick (ci pensa) “Cen… 75 dollari a notte”
Lou “Fatta”
Rick “Posso chiedere di più?”
Lou “Beh, ormai no.
L’affare è fatto”
Rick “Avrei potuto chiedere di più?”
Lou “Certo che sì”

Lo sciacallo riesce a gabbare il suo collaboratore al momento della richiesta di aumento, come? Rigirando la domanda al medesimo richiedente, "spara una cifra Rick", in questo modo, la posizione secondaria di Rick viene fuori; ed infatti il giovane nel timore di essere troppo esoso chiede solo 75 dollarozzi al dì, per poi accorgersi dopo pochi attimi che poteva azzardare di più, ma ormai la trattativa era conclusa. Gli affari sono affari.

Lou Bloom and Nina

LA DESCRIZIONE DEL FILM (SPOILER)

LO SCIACALLO

E' un film sopra le righe per la sua originalità. Un noir non per tutti, solo per gli affamati, i desiderosi, i volenterosi… gli spietati.
Sì perché il protagonista è spietato e freddo, la sua fame di fama e soldi lo proietterà verso il successo.

IL SOGNO AMERICANO

Il film è stato criticato come il "metodo americano" per antonomasia di fare business, ma non sono d'accordo. Quest'opera incarna l'essenza del capitalismo che è per fortuna presente nel 95% degli stati nel mondo.

LA TRAMA DEL FILM

La trama vede un giovane ladruncolo di Los Angeles di nome Lou, privo di titoli di studio, arricchito dI una cultura da autodidatta appresa negli anni su internet; un giorno scopre qual è la sua vocazione: fare il video reporter d'assalto.

L'INCIDENTE STRADALE

Involontariamente assiste ad un incidente sulla superstrada, e tra roghi di fuoco, feriti, polizia, sirene e sangue; vede un cameraman che riprende il fatto. Incuriosito dal suo lavoro chiede al tecnico i suoi compensi oltre che ad essere assunto come collaboratore, la prima risposta soddisfa Lou, mentre la richiesta d'impiego gli viene negata.

L'ATTREZZATURA

Lou, tenace e scaltro non si perde d'animo vuole intraprendere la carriera di video reporter free lance, a tal proposito necessita di uno scanner radio per intercettare le basse frequenze della polizia e acquistare almeno una videocamera digitale decente; c'è un piccolo problema, non ha il becco di un quattrino, allorché rispolvera il suo vecchio istinto di ladruncolo e ruba una bicicletta professionale barattandola in cambio del materiale che gli serve; adesso tutto è pronto per l'inizio dell'attività.

Quindi, con attrezzatura semplice e tanta volontà Lou inizia a raggranellare i primi soldi scaturiti dal suo business; il cliente principale e unico, è una locale emittente televisiva dove la sezione news è capitanata dalla direttrice Nina (Rene Russo). Con alti e bassi Lou procura materiale video al canale TV, il lavoro è talmente vasto che gli occorre un collaboratore.

LE SELEZIONI DI LAVORO E LA NUOVA AUTO

Lou in uno dei tanti bar di Los Angeles sostiene un colloquio di lavoro surreale con Rick un giovanissimo pakistano in cerca di uno straccio di impiego per poi scoprire al termine della seduta che la posizione ricercata è uno stage non retribuito. Lou, con il timore di perdere il suo unico candidato gli offre 30 dollari al giorno e convince il suo nuovo attendente.

Insieme al nuovo collaboratore la "ditta" acquista una nuova vettura con motore super a benzina per raggiungere in maniera più tempestiva possibile i luoghi delle sciagure.
Colloquio di Lavoro

IL RICATTO E L'ELIMINAZIONE DELLA CONCORRENZA

Lou, lanciato verso l'apice del successo, perde anche la cognizione della realtà, ricatta la direttrice Nina per portarsela a letto, infine arriva ad uccidere il suo concorrente più temuto (quello che gli ha negato il lavoro all'inizio) manomettendo il motore del suo furgone, alla fine il poveretto finisce la sua vita contro un palo della luce. Lou senza più nessuna remora lo riprende come se fosse uno dei suoi normali servizi reportistici.

LA RAPINA IN VILLA

Una notte, Lou e Rick arrivano prima della polizia sulla scena di una rapina finita in strage presso una villa nei quartieri bene della città, i due vedono addirittura il SUV dei rapinatori fuggire di gran lena dal cancello. Lou scende dall'auto lasciando Rick a fare il palo, e si i
introduce nella villa per le riprese, lo scenario che gli si presenta è sanguinoso, due donne ammazzate ed un uomo ancora in fin di vita che rantola sul pavimento, lo sciacallo non lo soccorre e non chiama l'ambulanza, lo filma e basta e poi se ne va e raggiunge il suo collaboratore in macchina e vanno via.

L'AFFARE DA 15.000 $

Il prezioso servizio viene venduto per 15mila dollari a Nina che all'inizio voleva offrire molto meno. La polizia, nel vedere le immagini riprese prima del loro arrivo, inizia a farsi delle domande su come questo giovanotto arrivasse sempre nei posti in concomitanza con le sue pattuglie e questa volta addirittura in anticipo.
Lou, interrogato dai detective, ha sempre la risposta pronta e pur non convincendo la polizia, questa non avendo prove per incriminarlo lo lascia stare.

LA TAGLIA DA 50.000 $

Comunque, Lou ha tagliato parte del filmato, infatti grazie alle riprese non vendute alla TV, legge il numero di targa del SUV e risale agli autori del crimine sui quali già pende una taglia di 50mila dollari. E' l'affare più importante per lui, e Rick, l'ingenuo collaboratore nel frattempo promosso a vice-presidente per 75 $ al giorno, avanza la pretesa della metà della taglia, il che sembra un ricatto agli occhi di Lou, ma momentaneamente deve acconsentire per evitare di essere denunciato da Rick per omissione di soccorso, e intralcio alle indagini.

L'INSEGUIMENTO MORTALE

I due membri della troupe quindi si sono appostati nei pressi della casa dei rapinatori in attesa che uscissero. Quando infatti i due delinquenti (i rapinatori) escono la sera, la ditta si mette alle loro costole fino a quando il SUV non parcheggia nei pressi di un fast food.
Lou, telefona alla polizia per segnalare i due furfanti ed inizia le riprese in collaborazione con Rick. All'arrivo delle forze dell'ordine, i latinos sparano verso un agente e cade a terra, gli atri rispondono al fuoco ed anche un bandito muore, e l'altro fugge con il SUV a tutta velocità con dietro le volanti e l'auto di Lou imperterrito nelle sue riprese. L'inseguimento è spettacolare, le auto della polizia catapultano in incidenti acrobatici, poi nell'ultimo impatto, anche il SUV si ribalta e rimane su un fianco. Lou scende e vede che il bandito è agonizzante ma vivo; poi fa cadere in un tranello a Rick, rassicurandolo che il malfattore è morto e può venire a riprenderlo; dopo pochi attimi di registrazione, il collaboratore di Lou viene steso da una raffica di colpi sparati dal bandito che non era affatto deceduto; in questa maniera però Lou si è sbarazzato del suo collaboratore al fine di incassare il bottino pieno della taglia; e anche questa volta con cinismo, riprende anche Rick mentre spirava verso la morte.

La polizia questa volta si arrabbia sul serio e arresta Lou. Egli fermo nelle sue bugie fornisce una versione irreale agli investigatori su come abbia potuto inseguire il SUV e segnalare i due furfanti. Ma anche questa volta, non avendo prove sufficienti, la polizia lo lascia andare e Lou la fa franca.
Lou Bloom Reporter

EPILOGO

L'antieroe Lou, lascia la centrale di polizia legalmente pulito, con un bel malloppo di dollari che fino a poche settimane prima nemmeno sognava.
Seppur in maniera onirica, il regista è riuscito a fare centro verso una platea di pubblico che ama il genere dark sulla falsariga di Taxi Driver o Crash di Ballard.
La storia avvincente farà sicuramente presa anche sui giovani (e non) rappelli affamati di potere, soldi e gloria; tutti principi sacrosanti, ma attenzione a distinguere la fiction dalla realtà, perché la polizia vera non è fessa come nei film!
Video News Productions


RECENSIONE

Di questo lungometraggio ho fatto tesoro degli insegnamenti di management di Lou Bloom, self made man. Dall'altra parte, vi sono degli episodi da non prendere come esempio, vedi l'assassinio del suo diretto concorrente.


TRAILER DE LO SCIACALLO, THE NIGHTCRAWLER

Richiedi Informazioni

Email: info@gatstudio.it - Tel./Whatsapp : +39 380 7059176