A COSA SERVE UN SITO WEB?

La domanda da porsi è, ma un sito web a che serve?

Ti serve solo per l'immagine?

Ti serve per trovare nuovi clienti?

Vuoi vendere on line tramite un e-commerce?


Faccio queste domande ai potenziali clienti per capire gli obiettivi da raggiungere.

Al primo quesito si risponde facilmente, anche se ormai qualunque pinco pallino è in grado di tirar su una pagina web, si deve fare attenzione a non allestire un sito amatoriale.

Consapevole che un website fatto dall'amico appassionato di informatica possa far risparmiare, tu rischi di perdere probabili futuri clienti nel caso trovassero il tuo sito artigianale.
In questi casi è meglio non avere proprio nessuna pagina web, l'immagine ed i contenuti sono fondamentali.


La seconda domanda è strettamente collegata alla prima, adesso hai un sito, è carino ma nessuno ti contatta perché?


  • 1) Perché non ci sono sufficienti informazioni.
  • 2) Perché non è posizionato bene nei motori come Google.
  • 3) La user experience, ovvero l'usabilità o la navigazione del sito medesimo è difficile.

Sito amatoriale VS Sito professionale


Come spiegato prima la differenza tra un sito amatoriale ed un sito progettato da un professionista è legata a tutta una serie di dettagli che alla fine faranno la differenza.
Anche Steve Jobs era ossessionato dai dettagli nei suoi prodotti, dal design dei computer all'interfaccia grafica dei software. Questo la dice lunga sulla qualità da tenere in considerazione.


Continuiamo la storiella - siamo arrivati al punto in cui vuoi trasformare le visite del tuo sito in soldi, intanto dobbiamo raggiungere i visitatori con una bella ottimizzazione SEO, per il miglior posizionamento possibile con l'obiettivo di arrivare Primi su Google.


Come si raggiunge una posizione in prima pagina su Google (e altri motori di ricerca come Yahoo, Bing, ...)?


Occorre strutturare il sito in maniera snella, caricamento veloce, grafica bella ma essenziale senza appesantire la pagina.
Poi, testo, testo e ancora testo, almeno 1900 battute. Sai il processo che si chiama indicizzazione?
Google indicizza meglio i siti con il testo, non con 200 immagini spettacolari.

Non ci rimanere male, è la sacrosanta verità, ma andiamo avanti con l'argomento ottimizzazione delle pagine web.
Queste devono essere strutturate come un documento di Word, Titolo principale (H1), titoli secondari in ogni paragrafo (H2), sottotitoli (H3) poi testo persuasivo che convinca il visitatore a scegliere i tuoi servizi o prodotti.


Scrittura testi per i siti il copywriting

Non sai che scrivere? Bene sediamoci al tavolo ed insieme stiliamo un testo, tu mi puoi fornire i concetti della tua attività ed io li riproduco in testi leggibili in almeno 2000 battute; questo aspetto ha un nome: copywriting.

Non allarmarti, non c'è bisogno di scrivere un romanzo, però nemmeno quattro righe, perché non c'è cosa peggiore di imbattersi in un sito scarno di informazioni.


Ottimizzazione e fotoritocco delle immagini per il web

Poi vengono le foto, certo sono importanti anche queste, come accennato prima si deve evitare di sovraccaricare una pagina di foto, dopo averle consultate 10/15 l'utente si stanca e passa oltre.
Questo discorso vale anche per categorie puramente fotografiche come appunto i fotografi, artisti, illustratori e via discorrendo.

Ma torniamo alle immagini e la loro importanza. Se le foto sono fatte in maniera professionale, queste costituiranno un plusvalore alla tua attività online; consideriamo di non trascurare nulla, nemmeno il nome dell'immagine stessa.
Mi spiego meglio - secondo te Google darà più enfasi e visibilità ad un'immagine che si chiama: 90345NLDKF.jpg oppure ad un file rinominato in maniera garbata come hotel-chianti-senese.jpg?
Io dico la seconda ipotesi, e difatti questo processo appartiene al nostro modus operandi.

Bene il sito è finito, è ottimizzato con buoni testi scritti correttamente, immagini ottimizzate, usabilità eccellente, ora scatta la seconda fase, riuscire a farci contattare da potenziali clienti al fine di dare un senso al nostro progetto web.

Se il prodotto o servizio è ricercato, e circoscritto geograficamente in una città o zona specifica, possiamo assicurarti che ci sono alte probabilità di successo.



MIGLIORARE il POSIZIONAMENTO su Google

Concentriamoci sul tuo mercato e come possiamo essere utili ad un'attività locale, vediamo alcuni dei nostri risultati raggiunti:


  • Frase: "corsi inglese bambini siena" dopo un mese dal lancio del sito, siamo già in prima pagina per la Children House
  • Frase: "mobili artigianali Siena", prima pagina su Google per la Falegnameria l'Artigiana
  • Frase: " bed and breakfast Rapolano Terme", il sito Stella del Germano è in prima pagina
  • Frase: "agriturismo Crete Senesi" (e non sono pochi), in prima pagina sulle ricerche esce Agriturismo le Crete
  • Frase: "molino Farina toscana", prima pagina esce Batignani srl
  • Frase: "affittacamere rapolano terme", prima pagina sempre sul motore più usato Google, emerge Casetta delle Terme
  • Frase: "corsi di sartoria a Siena", in prima pagina c'è il nostro cliente Creazioni Jolly
  • Frase: "lavanderia per hotel a Siena", ed ecco la Lavanderia Stellina.
  • Frase: "centro olistico siena", il nostro cliente è già in seconda pagina dopo due settimane dal lancio del suo sito, Equilibrio e Vita

Basta mi fermo qui, potrei continuare ...
Volevo dimostrare che per arrivare a questi risultati non ci siamo affidati alla fortuna e nemmeno alla macumba, dietro c'è stato un lavoro professionale maturato con anni ed anni di esperienza, prove, cadute, tentativi, e studi sulle migliori tecniche di ottimizzazione dei siti.

Quando si parla di SEO, non si deve trascurare nulla, nemmeno un elenco contenuto nella pagina, hai presente quell'elenco puntato o numerato che troviamo su Word?
Bene, per le pagine web esiste un codice che lo riproduce tra i seguenti TAG, vediamo un esempio:


<h1>LISTA DELLA SPESA</h2>
<ul>
<li>Pasta</li>
<li>Affettato</li>
<li>Biscotti</li>
<li>Latte</li>
<li>Nutella</li>
<li>Caffè</li>
<ul>


Non sai quanto Google dia importanza a questi dettagli.
Altri fattori di posizionamento che sembrano ben assodati sono:

  • • anzianità del dominio
  • • velocità di caricamento del sito
  • • i link in entrata di qualità (siti affidabili e del settore)
  • • compatibilità su dispositivi mobile
  • • l'utilizzo del certificato di sicurezza HTTPS


USABILITA' DEL SITO WEB

Questa parola ne riassume un'altra più semplice, "facilità" di navigazione del sito senza stare a pensare dove troppo dove cliccare e dove cercare.

I menu a tendina, i banner colorati, le animazioni pubblicitarie, i colori non leggibili, i caratteri piccoli o stantii, sono tutti ostacoli alla user experience.
Quando ti imbatti in un sito a cercare delle informazioni o servizi, e dopo 20 secondi non hai trovato quello he cerchi, che fai?
Secondo me torni su Google a vagliare altri siti web più chiari.

Quindi non chiedere al web designer di confondere i futuri utenti con siti web macchinosi pieni di voci e menu semi nascosti, il rischio di fallire si eleva.

Anche l'indice di Google quando passa in rassegna le pagine web, se trova una struttura chiara e ben programmata non avrà difficoltà ad indicizzare il sito internet, figuriamoci un utente medio.
Aiutiamo i visitatori a rimanere sul tuo sito, convinciamolo a contattarci, senza distrazioni, senza colpi di genio creativo con effetti speciali e tutte quelle amenità che portano via le visite, una persona se vuole vedere gli spot e video, va su YouTube o guarda la TV.



POSIZIONAMENTO E-COMMERCE

Caso completamente diverso e complesso è il mondo e-commerce, dove tutti o quasi, si aspettano mediante un carrello elettronico di vendere articoli a iosa stando comodamente seduti in ufficio.

Non c'è un errore più grosso che puoi fare, in rete esistono centinaia di storie che riguardano progetti di ecommerce naufragati come la Concordia.
I flop spesso sono annunciati a partire dalla piattaforma inadeguata per la vendita, il secondo parametro ed anche quello più importante è: cosa vendere on-line?
Esiste un sito di un collega web designer, un vero paladino dell'anti-ecommerce specializzato solo in siti vetrina. Il webmaster da anni sta affrontando una battaglia in rete salvando centinaia di attività dalla bolla del commercio elettronico. Ed ha ragione! La fetta più grande di chi vende in rete è riservata sempre alle major: Amazon, Ebay, Yoox, ePrice, Alibaba ....
Secondo te, questi colossi si sono appoggiati ad un e-commerce da 2000 euro?

Dai lo so che stai pensando che non ti interessa fatturare milioni di euro come i "Big" sopracitati, ti basterebbe fatturare dai 500mila al milioncino di euro all'anno.

Non è così facile, altrimenti tutti i negozi del mondo farebbero uguale. Adesso non vogliamo essere il pedissequo (la brutta copia) del nostro collega di Brescia, infatti posso asserire che esistono anche storie di commercio elettronico di successo come il caso di un mio concittadino specializzato nella vendita on line di accessori audio per le auto come stereo, amplificatori, subwoofer.
In questo caso l'ecommerce è diventato il suo core business, grazie al suo sito egli ha ampliato l'azienda ed ha assunto nuovo personale, quindi partiamo dal presupposto che non tutti progetti e-commerce sono da buttare.

Ovviamente il mio amico non ha speso milioni di euro per creare una piattaforma e-commerce, nello stesso tempo però NON ha messo in piedi il suo negozio online con 500€.

Non so quanto ha investito in termini di denaro per questo progetto, di certo tale piattaforma ha richiesto e richiede tanto tempo, considerando il fatto che ha dovuto assumere internamente un grafico webmaster per tenere aggiornato il catalogo sul web.

Quando si parla di e-commerce non dobbiamo illuderci, il mio collega/competitor della provincia di Brescia è certamente in una posizione estremamente negativa nei confronti del commercio on line, e gli va dato merito di aver salvato tanti probabili polli.
Considera però che vi sono anche casi di successo, il segreto potrebbe essere anche il prodotto che vuoi vendere.


I SITI DI VOLI, VIAGGI E VACANZE


Una forma di commercio elettronico è l'acquisto on line di viaggi, vacanze, voli, pacchetti turistici, prenotazioni.
Questa forma del business on line non è un puro ecommerce dove si carica su un carrellino il viaggio o il volo da fare, ma la logica è molto simile, alla fine si userà sempre una carta di credito per pagare in anticipo il servizio interessato.

Anche dietro a tale mercato c'è una guerra di web marketing, sul web sono presenti dozzine di portali che propongono di acquistare vacanze, Expedia, Booking, TripAdvisor (le cosidette OTA), inoltre ci sono i meta-motori utili come SkyScanner e Momondo.

Questi siti hanno investito tanto ma tanto denaro per arrivare alla loro notorietà, pensa che Momondo per farsi conoscere è presente con spot in Mediaset.

Però anche in questo settore, con l'idea giusta ed un servizio particolare, vi è la possibilità di spiccare il volo in termini di affari.
Un esempio concreto è una nota agenzia di Roma con la quale viaggio da molti anni, si chiama Avventure nel Mondo.
Il sito che rappresenta quest'organizzazione non è modernissimo, però funziona, è essenziale e gli utenti trovano quello che cercano senza stare troppo a pensare ... zac prenotano viaggi e avventure a go go.


L'IDEA ORIGINALE è il segreto del successo e noi possiamo aiutarti a promuoverla in rete.
Ad Maiora


Autore:Disponibili in tutta ITALIA, siamo velocemente raggiungibili da: Siena, Firenze, Arezzo, Grosseto, Poggibonsi, Sinalunga, Montalcino, Montepulciano, Val di Chiana, Chianti, Val d'Orcia, Val d'Elsa.

Email: info@gatstudio.it - Tel./Whatsapp : +39 380 7059176


 

abbiamo collaborato con:

Principali aziende per le quali abbiamo fornito le nostre consulenze