UN BLOG AL TEMPO DEL CORONAVIRUS

In attesa che si rimetta in moto il motore economico, molti di noi sono a costretti a casa a cercare di ammazzare il tempo.
Chi guarda la TV, chi legge, chi fa l’amore, chi cucina, chi si annoia.
Per gli annoiati e per chi si è già assuefatto della normale routine, questo potrebbe essere il momento giusto per fare un blog.


creare un blog al tempo del coronavirus

Ma a che mi serve un blog?

Giusto. Perché costruire un blog invece di … cosa?
La verità è che non sappiamo che scriverci, ma ti vengo in aiuto:
magari sei un appassionato di viaggi?
Allora perché non costruire il tuo diario di avventure correlato di fotografie e video. Questi potrebbe aprirti alcune porte nel mondo del turismo.


Sei una appassionata di cucina?
Allora traduci la arte culinaria in versione digitale mettendo on line le tue ricette magari con foto e clip YouTube. Conosco casalinghe che hanno iniziato il loro blog per gioco ed adesso è diventato una vera fonte di reddito al pari di uno stipendio.


Ami i giochi da tavolo, vecchi robot o meglio ancora i trenini?
Questa è la giusta occasione per scrivere sulla tua hobby e conoscere nuove persone che lo seguono. Magari creando anche una rete di scambi e amizie.


Sei un appassionato di calcio?
Non fare nulla, ormai il web pullula di siti e blog su tale argomento. Il rischio che tu sia lo scrittore e l’unico lettore del tuo blog calcistico è molto elevata. Se proprio ami questo pianeta, allora magari concentrati su dettagli specifici e ricercati, esempio: puoi trattare delle probabilità che ha quel giocatore di cambiare casacca o di ritirasi.


Cosa voglio dire con questo ragionamento?
Che il tema o le materie di cui dobbiamo trattare, debbano essere più originali e ricercate possibile.

Un blog per le aziende e lavoratori autonomi

Andiamo avanti, oltre i nostri hobby e passioni, un blog potrebbe essere uno veicolo di attrazione anche per le aziende. Molte imprese e molti lavoratori autonomi si sono già organizzati con un loro blog ancorato al sito ufficiale, questo ovviamente con dietro un lavoro meno improvvisato ma progettato con una strategia per obiettivi più mirata.


Mi spiego meglio: se si perde del tempo (prezioso) a realizzare articoli alla cieca che non convertono in fatturato, allora è meglio scrivere dei nostri passatempi preferiti.


L’obiettivo di un blog aziendale è quello di incanalare traffico presso le nostre pagine web ricche di contenuti ed informazioni interessanti, affinché gli utenti li trovino utili ai propri scopi e che ci contattino per i nostri servizi o prodotti.

Vediamo qualche esempio:

Un’agenzia immobiliare potrebbe avviare un blog ricco di argomentazioni relative al costo delle case, le classi energetiche, i mutui, gli affitti, la manutenzione, ecc.


Un negozio o produttore di mobili, avrebbe carta bianca per informare i visitatori del blog sulle ultime tendenze di design, consigli utili, come progettare un arredo.


Un’estetista ha quasi l’obbligo di tenere un blog per dare una marea di consigli e ragguagli sul suo mondo, in questo caso si spazia dal design delle unghie, depilazione, massaggi e via discorrendo.


Come si progetta un blog in pochi passaggi

E’ più semplice di quanto pensi. Non è necessario essere tecnici o sviluppatori.
Basta avere un minimo di volontà e ci si arriva da soli, magari con un piccolo aiuto che vi sto per dare.


Dunque, la piattaforma più famosa al mondo e più standardizzata per creare blog è WordPress, probabilmente ne hai già sentito parlare.
Tale strumento è talmente potente e stabile che è adottato anche dalle agenzie web (come GAT Studio) per creare siti più complessi ed Ecommerce.
Per i neofiti è sufficiente il WordPress base (è gratis).

Vediamo come:


  1. 1) Intanto si deve andare nella piattaforma https://it.wordpress.com/ ed iscriverci:
    iscrizione wordpress

  2. 2) Inventare il nome del nostro blog
    nome blog

  3. 3) Cliccare su "Crea un sito web gratuito"
    crea un sito gratis

  4. 4) Andare nel menu a sinistra e cliccare prima "Sito" e poi "articoli":
    inserire articolo wordpress

  5. 5) Cliccare sul pulsante a destra "Nuovo articolo":
    Nuovo articolo

  6. 6) Aggiungere il titolo del nostro articolo, e subito sotto iniziare ad inserire il testo:
    titolo blog

  7. 7) Per inserire le immagini, cliccare sul segno "+" in altro a sinistra; poi dal menu sotto, cliccare su "immagine":
    inserire immagine blog

  8. 8) Successivamente cliccare sul pulsante "Carica":
    caricare immagine blog

  9. 9) Il prossimo passaggio prevede la pubblicazione dell'articolo:
    pubblicare articolo blog

  10. 10) Infine torniamo al pannello di controllo cliccando sul logo in alto a sinistra, e poi clicciamo su "Lancia sito" per rendere pubblico il nostro blog:
    lanciare blog wordpress

Considerazioni finali


Visto? Non è nulla di trascendentale, chiunque con un minimo di volontà può creare un blog gratuito dove poter pubblicare i nostri articoli. Rimaranno ovviamente più ostiche le personalizzazioni grafiche ed inoltre non è previsto un proprio domino come www.gatstudio.it, tuttavia con questa mini guida spero di aver dato un piccolo aiuto. Per chi volesse approfondire la creazione di un sito o blog più professionale non può fare altro che contattarci nei recapiti sottostanti oppure partecipare ad uno dei nostri corsi WordPress.


Buon blog a tutti!

Autore:

Lavoriamo da remoto ovunque.

Email: info@gatstudio.it - Tel./Whatsapp : +39 380 7059176


abbiamo collaborato con:

Principali Brand per i quali abbiamo avuto il piacere di fornire le nostre consulenze